Recenti

IL 25 APRILE DI UNITA’ REPUBBLICANA CON LA BRIGATA EBRAICA

Unità Repubblicana sarà al fianco della Comunità ebraica nel ricordo del sacrificio dei soldati della Brigata Ebraica, dei partigiani ebrei e dei combattenti della Brigata Giustizia e Libertà caduti nella lotta al nazi-fascismo. L’appuntamento è per martedì 25 aprile (ore 10,30, dinanzi la Sinagoga di Via Balbo a Roma) vista l’impossibilità di partecipare alla manifestazione dell’Anpi che ha annoverato sigle filo palestinesi e di chiara matrice antisionista e anti ebraica. Da segnalare anche che il Pd nazionale ha scelto di essere in via Balbo per onorare la Brigata Ebraica, mentre, proprio in queste ore, è arrivato il si della Camera alla proposta di legge per far attribuire la medaglia d’oro al valor militare ai 5mila volontari che fecero parte della Brigata Ebraica, tutti provenienti dall’allora Palestina mandataria (il futuro Stato di Israele). Ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso: “Il 25 aprile è la festa della Liberazione, di tutti gli uomini e di tutte le donne che parteciparono a quello straordinario risultato. Chiunque strumentalizzi per altri scopi questa giornata commette un grave errore perché nega la storia e la piega a interessi avulsi dallo spirito del 25 aprile.”

Si chiamavano Franco Cesana, oppure Eugenio Curiel, Leopoldo Schoenhaut, Primo Levi, Matilde Finzi e insomma un migliaio fra ragazzi e ragazze che dopo l’8 settembre 1943 hanno scelto la lotta, come italiani e come ebrei. Poi a loro si sono aggiunti i cinquemila ragazzi della Jewish Brigade inquadrati nell’esercito britannico e impegnati al fianco degli Alleati a riconquistare palmo a palmo l’Italia e a liberarla.

Raccolti ad Alessandria d’Egitto, il 20 settembre 1944, i tre battaglioni di fanteria del Palestine Regiment presero la via per l’Italia passando per Bahig (piccola località situata a metà strada tra Alessandria ed El-Alamein) e accampandosi nel piccolo villaggio di Burgh El Arab dove il generale Benjamin li sottopose ad un addestramento intensivo. Il 31 ottobre si imbarcarono alla volta dell’Italia sul cargo H.M.T Staffordshire, adibito al trasporto di truppe. Il 5 novembre, dopo quasi una settimana di viaggio, i tre battaglioni sbarcarono a Taranto. Cinque giorni dopo, il 10 novembre, raggiungevano Fiuggi, a circa settanta chilometri da Roma.

A Fiuggi arrivarono anche le unità ancillari dell’artiglieria, genio e trasporti. Iniziava tra le montagne della Ciociaria, in un freddo quasi polare, vi era già la neve, la seconda fase dell’addestramento. Lo scopo primario dell’addestramento era duplice, innanzitutto creare una coordinazione tra i battaglioni di fanteria e le unità ancillari. Inoltre la Brigata Ebraica doveva abituarsi ad un tipo di terreno ben diverso da quello del Deserto Occidentale. Finalmente agli occhi dell’Yishuv, il comando britannico era ora pronto ad insegnare agli ebrei come un esercito moderno fa la guerra. Benjamin dette istruzioni per esercitazioni a livello di plotone, sia in attacco che in difesa. Queste esercitazioni includevano combattimento casa per casa in zona urbana, l’attraversamento di fiumi, la bonifica di campi minati e l’invio e la decodificazione dei messaggi, tutte cose all’ordine del giorno. L’addestramento continuò tra il novembre del 1944 fino a tutto febbraio 1945 con varie esercitazioni a sud di Roma, nelle zone di Colleferro, Zagarolo e Palestrina. All’inizio di febbraio, il giorno 8, Benjamin si incontrò con Moshe Sharet per rassicurarlo sulla preparazione della Brigata Ebraica, che ormai era pronta per raggiungere il fronte ed avere il battesimo del fuoco…..” . Combatterono in terra tosco-emiliana, al fianco dei Polacchi, degli italiani dei Gruppi di Combattimento “Cremona” e “Friuli” e degli Inglesi della VIII Armata affiancati alla Brigata Cremona e i caduti riposano nel cimitero di Piangipane nel ravennate. 

Informazioni su Unita' Repubblicana ()
Associazione politica per l'Italia della ragione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: